Il Ministero della Salute ha ribadito che il veterinario può cedere al proprietario di animali, ma non hai produttori di alimenti, confezioni di farmaci della propria scorta per l'inizio della terapia.

La cessione, che può riguardare anche confezioni non aperte nel corso della visita,quindi, deve essere subordinata alla  necessità di avviare la terapia immediatamente, non potendo il proprietario procurarsi i medicinali in altro modo, ed è preclusa per la continuazione della stessa o per farmaci ad uso umano.

Per lo scarico dei famaci ceduti bisogna fare riferimento al manuale operatio della REV.