La Commissione nazionale puntando ad una maggiore chiarezza del sistema di regolamentazione  dell'ECM e alla sua semplificazione, ha adottato una delibera grazie alla quale i professionisti potranno recuperare i crediti relativi al triennio 2014-2016, nel caso in cui non abbiano assolto, nello scorso triennio, all'obbligo formativo.

Inoltre il tetto dei crediti acquisibili mediante autoformazione è stato innalzato dal 10% al 20%.

I crediti necessari a completare l'obbligo del triennio trascorso potranno essere autonomamente spostati dal professionista utilizzando un'apposita procedura informatica irreversibile, pertanto non sarà più possibile conteggiare i crediti nel triennio nel quale sono stati acquisiti.