La Legge di Bilancio ha apportato profonde novità in materia di pubblicità sanitaria:

saranno vietati messaggi aventi carattere promozionale o suggestionale nelle informative sanitarie, con potere disciplinare assegnato agli Ordini Provinciali, nei casi in cui i sanitari che diffondano pubblicità non deontolicamente orientate. Al procedimento seguirà la segnalazione all'AGCOM, per l'eventuale sanzione nei confronti delle eventuali società commitenti.

Infine viene fatto obbligo, per i Direttori sanitari, di iscrizione presso l'Ordine territoriale in cui si trova la struttura da loror diretta.

 

CLICCARE SEMPRE SUL TITOLO DEGLI ARTICOLI PER VISUALIZZARE I FILES ALLEGATI