E' stato varato il Decreto che stabilisce le modalità per la concessione del contributo per il mese di aprile per il sostegno al reddito dei Professionisti iscritti alle Casse di Previdenza.

In sintesi si delineano due possibili tipologie di benefiaciari::

1) Chi ha ricevuto i 600 Euro nel mese di marzo, che non deve presentare una nuova domanda; il versamento per il mese di aprile avviene in automatico.

2) Tutti gli altri, a partire dalle ore 14 dell’8 giugno e fino all’8 luglio, dovranno fare domanda all’Enpav accedendo all’Area Iscritti, nella sezione Domande online – Invio – Indennità 600 Euro.

le condizioni per l'accesso sono:

  • essere liberi professionisti, non titolari di contratto a tempo indeterminato;
  • non essere titolari di pensione diretta;
  • avere dischiarato reddito professionale nell'anno 2018 fino a 35.000 euro;
  • avere dischiarato nel 2018 un reddito compreso tra i 35.000 e i 50.000se si è registrata una contrazione del reddito del 33% nel primo trimestre 2020, rispetto al primo trimestre 2019;
  • avere dichiarato nel 2018 un reddito professionale superiore ai 50.000 euro e aver chiuso la partita IVA tra il 23 febbraio ed il 30 aprile 2020;
  • non aver percepito alcuna altra prestazione INPS a sostegno del reddito, nè il reddito di cittadinanza ovvero il reddito di emergenza

Possono presentare domanda anche i giorvani iscritti all'ENPAV entro il mese di febbraio 2020, purchè non abbiano percepito, negli anni 2019 e 2020 redditi superiori ai 50.000 euro.

Viene eliminato il vincolo dell'iscrizione esclusiva alla Cassa.